Milano
+393488550024
pakomusicrecords@gmail.com

Al Vox

Alberto “Al Vox” Lupia Bio (Genova, 2/2/1992)

2007-2009

Alberto Lupia senza nome d’arte insieme a Laura Terrile sono rispettivamente voce maschile e femminile del progetto Folk-rock “Revolution System”. Il primo concerto si tiene a Palazzo Ducale davanti a 500 persone, compreso il sindaco del tempo Marta Vincenzi, per una conferenza contro la pena di morte. Saranno insieme sul palco agli “Ultimi A.E.D.”, la crew di Moreno e “1000 Degrees”, un gruppo che ha poi fatto tour in tutto il mondo!
Seguiranno concerti in tutta Genova compresa l’apertura del gruppo SKA-Punk “Vallanzaska” al Porto Antico di Genova e sempre lì in periodo successivo i “Baustelle”. Alberto Lupia dopodiché lascerà il progetto, seppur poi si concluse in toto poco dopo.

2009-2012
Alberto Lupia comincia a pensare ad un progetto che, invece che Socio-Politico, sia Socio-Psicologico, ovvero attento alle tematiche psicologiche della società, denominata da lui senza intellettualismo “Musica della Psiche” (Psyche Music). Ciò avrebbe comportato un sound anche differente da canzone e canzone, ma con tematiche simili. Il progetto fu presentato a molti compagni musicisti del Liceo Classico D’Oria (Dove Alberto ha studiato e diplomatosi) e ci fu subito adesione infatti a Maggio 2009 esordiscono come “Blind Carnival” al Politeama Genovese con una ballata operatica, pop-rock sentimentale “The Rainmaker”. Alberto Lupia si presenta come frontman (ma anche compositore e arrangiamento collettivo) e col nome d’arte di “Al Vox” (Iniziali e ruolo principale di portavoce dell’esistenzialismo) e con lui Edoardo Leveratto (Figlio di Piero Leveratto) alla chitarra, Ruggero “Roger” Icardi al basso, Niko Morreale alle tastiere e Pietro Salvagno chiamato anche “Pete Pank” “Peter Drum” o semplicemente “Peter” alla batteria. Il gruppo cominciò a suonare in tutti i locali della Genova borghese (Specialmente Albaro e nel comune di Nervi), che comunque, già al tempo non era abitata proprio da borghesi fanatici. Infatti c’erano in stage anche band Metal e Punk dissacranti. Hanno anche partecipato a contest dove si sono piazzati in prima posizione. Da quel momento, Riccardo Trentini (Che seguiva già i Revolution System) volle fare da manager all’organico ed essendo organizzatore di eventi, ogni volta che creava kermesse i Blind erano fissi. Questo fece sì che la band si spostasse anche nei locali centro città di Genova molto seguiti e le discoteche addirittura. Ovviamente avevano già un repertorio vasto tra cover (DM, Red Hot, Beatles) e brani originali non ancora incisi (The Rainmaker – Delirium Tremens, trattante il tema dell’odio a tempo di Synth Rock italiano – Il Maledetto, trattante il tema dell’esclusivismo di genere Synthpop – Autodipendenza (Tossica), trattante il tema della dipendenza da droga in chiave Ska-Punk e Stabilità, canzone Rock sperimentale con elementi tipici del Punk Old School e incursioni heavy metal, scritta nel testo da Al Vox e la musica dal bassista Roger). Verranno poi chiamati da vari enti musicali che hanno fatto esibire l’organico in un live tutto loro nella principale Piazza De Ferrari nonché all’Arena del Mare del Porto Antico. Nel frattempo la band incide tutti i brani inediti nello studio di Andrea Anzaldi “Creativ Studio” e li carica semplicemente sull’allora molto usato MySpace. Nel frattempo diventano anche sostenitori dell’istituto L.U.C.E.(Licei, Università per la cultura Europea) fondato da Carlo Casarico che si appoggiava al P.S.I. come progetto. Ogni manifestazione del progetto ha visto i Blind ospiti fissi. Le canzoni incise furono anche mandate in radio importanti come “Babboleo” e “Radio 19” riscuotendo successo. Infatti i Blind fecero un video della più di successo “Autodipendenza (Tossica)” diretto da Giulio Mosca e scritto e co-diretto dallo stesso Al Vox. Il video fu talmente sconvolgente e reale che raggiunse molte visualizzazioni ma anche rischio legale. Le autorità hanno pensato che i personaggi si bucassero davvero, la stessa finanza. Fu obbligatoriamente cancellato per non avviare un processo. Nonostante ciò i Blind erano diventati un gruppo di riferimento dell’underground e furono chiamati da Francesco Bacci (Leader dei “1000 Degrees” ex chitarrista negli “Ex-Otago” e anche solista oggi sperimentale come “Low-Topic”) per il Goa-Boa come protagonisti della Kermesse e successivamente in apertura ai Sud-Sound-System sempre nella stessa manifestazione. Dopodiché incontreranno in occasione di un live al “Crazy Bull Cafè”, il locale genovese di riferimento per i tour invernali o più freddi dei gruppi importanti, Cosimo De Mercurio, giornalista dei più importanti quotidiani (Secolo, Repubblica, Corriere), che dopo l’esibizione chiamerà Al Vox come suo aiuto giornalista per tutte i suoi magazine fino all’anno della sua morte (2015). Farà inoltre ottenere un contratto al gruppo con Rockit inserendo le canzoni registrate in studio in un EP. Il titolo fu scelto da Al Vox “Anatema”. Nonché una menzione per “Sanremo Giovani”, purtroppo non accolta. Suoneranno al “Festival della Resistenza” creato da Roberto Alloisio al “Teatro della Tosse” con un inedito “Controcorrente” mai registrato. Apriranno gli Ex-Otago nella loro data genovese del tour. Si esibiranno alla notte Bianca di Genova e infine parteciperanno ad una Battle of bands al “Politeama Genovese” con 11 partecipanti presentandosi con “Autodipendenza (Tossica)” e una neonata “Monkey (Storia della scimmia filosofa)” mai incisa, classificandosi al Terzo Posto con tanto di Trofeo. Dopodiché il gruppo si scioglie. Il materiale è ancora su Rockit e sul SoundCloud e YouTube di Al Vox, che dopo lo scioglimento, passerà al progetto solista.
2012 – Oggi
A Ottobre 2012 duetta assieme a Francesco Baccini “Bocca di Rosa” di Fabrizio De André al Teatro della Gioventù di Genova in occasione di una conferenza contro la violenza sulle donne.
A Dicembre parte la tournée di Bobby Soul del suo ultimo disco di allora “Le conseguenze del Groove” sotto etichetta “Kramps” con Vox in duetto nella traccia “Oggi ho visto la tua faccia”.
A maggio 2013 Al Vox canta con gli “EXTRA”, ovvero membri ex di band Prog., assieme a Bernardo Lanzetti alla voce, tastierista delle “Orme” e batterista dei New Trolls. Al Basso, unico esponente di nessuna di queste band nella storia, Andrea Anzaldi. Proponendo un repertorio tra Dire Straits, Pink Floyd, Jimi Hendrix e canzoni storiche come “Celebration”, “Impressioni di Settembre” e “Choccolate Kings” presso il teatro “Gilberto Govi” di Bolzaneto in apertura al Musical de “La compagnia AEDO”:”Grease”. Dove lo stesso Al Vox, nella stessa serata è protagonista nei panni di Danny Zucco.
Nel 2014 esce il suo primo disco solista “LOOP” di carattere perlopiù Synthpop, ma con anche tracce di Rock forte, Sperimentali e melodiche Pop. Il disco è anticipato da un video di successo scritto da Al Vox e diretto da Fabrizio Denaro della “Fool Film” basato sulla prima traccia del disco: “Welcome to Hell”. Il disco verrà distribuito autonamamente nei principali negozi della zona genovese, in vendita o ascolto su Bandcamp e SoundCloud. Cominceranno una serie di date presso tutta Genova e spesso presso il “Crazy Bull” dove ha tenuto 4 concerti di successo, uno di questi, apertura dei “Linea 77” voluto da Bob Callero, e tre eventi di sua organizzazione chiamati “Senza Voce”, “Senza Voce X-Mas Edition”, “Senza Voce Vol.3” avvalendosi anche della presenza di persone note come Alessandra Drusian nella prima edizione. Pier Gonnella, ex-chitarrista dei “Vanadium” e Naim Abid, Crooner d’eccezione! Dopodiché inizia una grande collaborazione con “Il Trio Piccyones”, gruppo rock demenziale. Suonando nelle stesse serate in locali come “Senhor de Bonfim” di Nervi e fuori Liguria al “Mare di Note”. Inoltre molte apparizioni in kermesse insieme in varie serate presso il Laboratorio Sociale Occupato Autogestito Buridda. Duetterà nel loro disco “Ho un divano letto e uno ancora da leggere” alla traccia “Maledetti Film”. Era già arrivato il 2015 e un altra tappa fu l’invito speciale al teatro “La Claquene” dalla sua ex scuola di canto dove si esibi con “Ti regalerò una rosa” di Cristicchi. Nel periodo estivo viene lanciato su YouTube il video singolo “Il Vento” duettato con Bobby Soul, scritto e diretto da Cesare Bignotti di “Eves Vision”. È un singolo pop con venature Synth. Questa canzone viene presentata assieme a “Il figlio di Epicuro” contenuta in “LOOP” ad “Oltre il Juke box 2015”, manifestazione storica che ha visto la nascita dei New Trolls. Le canzoni vengano accettate e Al Vox con “Epicuro” vince la Kermesse con il titolo di “Miglior Canzone” conferitogli da Luca Valerio e dal poeta contemporaneo Claudio Pozzani. Per festeggiare verrà rilasciato sul web un video minimal della canzone vincitrice. Successivamente si candida all’edizione di quell’anno del “Cantagiro” e viene scelto con l’inedito flamenco “Davanti allo Specchio” con cui si piazzerà ottavo su sedici partecipanti. Sul termine del 2015 esce il secondo disco “Canzoni Degenerazioni” che contiene “Il Vento (feat. Bobby Soul)” e la flamenco “Davanti allo specchio” audistribuito negli stessi modi della prima opera. È un album perlopiù pop nelle melodie ma vi sono accomunati generi come il rock, il rap, il flamenco e la Dark Wave (Soprattutto nel caso della più apprezzata T.H.C. {Ti Ho Capita}). Parteciperà in primis alla giornata mondiale della poesia tenutasi ai “Giardini Luzzati” vincendo con la sua “Signor Nessuno”. Poi partirà un tour acustico in tutti i locali di Genova acustici, proponendo tutto il repertorio, ma anche cover (Specialmente “Bluvertigo”,”Afterhours”, “Litfiba”, “DM”, “Talking Heads”, “The Clash”, “The Cure”, “Ivan Graziani”) toccando palchi come “Kitchen Mon Amour”, “La Trampa”, “Banano Tsunami”, “Myo Club”, “Crooner”, ma anche in forma elettronica al Lucrezia con cui Al Vox in futuro stabilirà un rapporto lavorativo. Sul finire del 2016 aprirà per Teleton la cover band ufficiale italiana dei “Police” anche in diretta streaming online. Nel frattempo Al Vox si dedica di più alla pubblicazione di video. Infatti nel 2017 esce il video di “NONHOTESTA” diretto da Stefano Pulcini, una canzone Indie-Synthpop. E tra i protagonisti vi è anche Bobby Soul e Paola Escobar direttamente da INRI Torino. Fu immediato successo tanto che Al Vox pensò a un terzo disco che annuncio ufficialmente nel 2018 quando torno sul palco in vari contesti come intrattenitore nei ristoranti, animatore cantante nelle feste a tema e anche Karaoker Director presso il “Decadeffe” di Genova. Inoltre fu annunciato con articolo e intervista su “La Voce di Genova”. E poco prima di Natale esce l’ultimo video singolo del disco la Dreampop “I Know”. Il disco uscirà il 27 Gennaio 2019 col titolo “Alter Ego” contenente le due canzoni uscite come video, più canzoni cantautorali e alcune fortemente elettroniche con tematiche sempre attente alla disillusione in tutti i suoi tipi. Il Disco uscì nella stessa maniera delle precedenti due opere. Prima di fare concerti di promozione l’1 Aprile viene rilasciato un video divenuto virale e annunciato sui più importanti quotidiani come “Il Secolo” che vede in duetto Vox con la regina di Genova Franca Lai, che era anni che non tornava con un inedito, in questo caso “La Danza”, tanto che questa collaborazione è stata segnata sul Wikipedia della cantante. Il video diretto da Simone Putzu, Stefano Pulcini e Giulio Mosca è molto divertente. Ma il messaggio della canzone, soprattutto nella parte genovese, non di immediata traduzione, nasconde un messaggio amaro seppur a ritmo di Dance Pop! Da lì ci fu un tour di sponsorizzazione del terzo disco e del singolo con la Lai, sempre presente, in tutta la Liguria con prima tappa tutto esaurito al Crazy Bull Cafè. E anche ospite nelle principali radio liguri, ma anche radio libere come “Cime di Funk” di Riccardo Rossini Il tour termina in Estate, ma Al Vox sarà ospite con Fulminacci alla Notte Bianca di Sarzana in Luglio e in occasione dell’8 Marzo Al Vox rilascia un video autodiretto basato su una canzone del terzo disco “Semplice”, una Itpop Song che narra appunto del bello della semplicità delle cose. A Settembre Al Vox tiene un concerto al Lucrezia Social Bar di Genova e dato il successo, viene ripetuto poche settimane dopo con riscontro maggiore così da fissarne un’altra per Novembre 2019. Il 12 Ottobre Al Vox fa uscire 5 singoli nuovi: Human (Di cui esce un video lo stesso giorno), Tutto=Niente, Habemus Corpus Demoni, La vita non è un film e Amnesia. Raccolte insieme a “La Danza” nella raccolta su Bandcamp “Singles 2019/2020”. La stessa sera farà da colonna sonora allo “Spazio Librida” per la presentazione del Giallo Best Seller “Rosso come la neve” di Grazia Buscaglia. A Novembre tiene due concerti di rilievo presso i “Liggia Music Pub” per poi tornare al Lucrezia con cui arriva ancora più riscontro. Data l’esperienza il locale lo assume con inizio nel 2020 come organizzatore ufficiale. Inoltre presso lo “Spazio Librida” terrà il suo concerto “Al Vox Opera Omnia”, proponendo tutto il suo repertorio. A Dicembre sarà protagonista insieme al gruppo storico i “Trilli” al concerto di Natale 2019 di Genova e come ultima data di quell’anno tornerà ai Liggia di Genova. Il 3 Gennaio viene tenuta la prima data come organizzatore e non solo protagonista e, nonostante molti fossero fuori ancora per il Capodanno, ci fu un buon riscontro tanto da stipulare un contratto. Il 2 Febbraio fa uscire su SoundCloud e Bandcamp “E…Sperimento”: contenente tracce elettroniche, Synthpunk e Pop in multilingua, alcune in francese, altre in Inglese e italiano. Sempre Nel Febbraio 2020 realizza il video di una sua canzone “Il Giullare”. Cura la sceneggiatura anche a livello di storytelling e inquadrature. Una canzone che stecca il maltrattamento della borghesia verso la classe meno abbiente artista. L’arrivo del Covid interruppe le prospettive live e quindi il video uscì e piacque molto. Dopo le riaperture realizzerà il Video di “Autodipendenza” trattante il tema della “Tossicodipendenza” senza stigma, ma in aiuto. Precendentemente dei “Blind Carnival” ma con l’arrangiamento fedele a come era stata immaginata e con un testo meno volgare. Anch’essa riscosse buoni riscontri e fu presentata live la prima volta al “Cane” di Genova, dove che incontrerà Fred Branca. Fin’ora ogni lavoro era stato fatto negli studi di Andrea Anzaldi (Oggi “Apollo Studio). In questo caso Al Vox lavorerà con Branca, Mattia Cominotto (Ex-Meganoidi) e Agostino Macor (Maschera di Cera, Blu Nepal) negli studi di “Cane Nero Dischi”, dando vita a un EP di 5 canzoni basate su demo scritte improvvisate in musica e testo in notti lunghe in casa assieme all’amico italo-britannico Martin “Smokid”. Anticipato dal video di successo “Gimme A Fix”, tanto che fu trasmesso in diretta nel programma di Alberto Bogo (Regista di “Extreme Jukebox” e “Terror Take Away) “Horror Sounds”, “Disco Freak” uscirà esclusivamente su Bandcamp il 26 Aprile con tanto di DEMO e un RMX di “Gimme a Fix” di Bruno Santoro (Collaboratore di Zero e Speaker e Dj di spicco fino a metà 2000) per un totale di 11 tracce di stile Electro Funk con venature Post Punk. Il disco girò molto con alcune menzioni in Francia (per una settimana undicesimo nella top 20 dei migliori dischi emergenti) e in importanti quotidiani di musica. Il progetto fu presentato anche a Rai 3 e ufficialmente Live il 6 Giugno presso L.S.O.A. Buridda in diretta Radio con “Cime di Funk” con un pubblico caldo. Tornerà a Luglio con un tutto esaurito al “Crazy Bull Cafè”. Il 12 Luglio, carica il simpatico e autodiretto video di “Hey”, un’altra traccia tratta da “Disco Freak”. Presentato come una presa in giro di Tik-Tok e social vari in contrasto con le terribile conseguenze che porta se minati lì psicologicamente. Infatti è presentato come Anti-Social Video. Questo concept piacque molto da essere recensito in vari quotidiani. Questo portò ad un incontro con l’etichetta discografica milanese “Pako Music Records” che lo metterà non solo sotto contratto per il disco di Al Vox Electro-Minimal-Synthpunk previsto per il giorno del suo compleanno nel 2/2/2022, ma decide di rendere “Il Giullare” e “Autodipendenza” Audio in tutti gli Store digitali, raggiungendo in poco tempo molti consensi e ascolti. L’11 Settembre sarà ospite a Milano al “Anfiteatro Martesana” come rappresentante della scuola genovese nella giornata per l’Anti-Terrorismo. A novembre annuncia l’uscita del suo primo libro “Delirium Psiche”, una raccolta poetica di vario genere, in uscita il 10 Dicembre 2020. Il 27 Novembre tornerà, seppur con nuova gestione, al Lucrezia con un concerto di ottimo riscontro di performance e scenografia, creata dallo stesso Vox, stavolta mixando il suo repertorio a momenti teatrali in cui si interfaccia con bambole piangenti, andando a riflettere sul dolore della società.

Instagram
Facebook
YouTube